SIM Immobiliare: il nostro Blog

Tante case, una sola agenzia.

Decreto Sblocca Italia: Bonus Ristrutturazioni

by Simonetta Bacchiega on 22 ottobre 2014 , No comments

Ciao a tutti,

come avete avuto modo di constatare dai precedenti post, il Decreto Sblocca Italia ha comportato una serie di variazioni per l’edilizia e il settore immobiliare, alle quali si aggiungeranno presto ulteriori novità con la prossima Legge di Stabilità.

Oggi cercherò di spiegarvi, in modo semplice ed esaustivo, le disposizioni che saranno contenute all’interno del nuovo Decreto e che riguardano il bonus ristrutturazioni. Il Disegno di Legge è stato approvato dal Governo il 15 ottobre e deve ora passare al vaglio del Parlamento.

Quali vantaggi comporterà il bonus ristrutturazioni?

Intanto, annuncio buone notizie per tutti coloro che hanno intenzione di ristrutturare casa: i bonus sono stati confermati per tutto il 2015. Bisogna però fare una distinzione: le agevolazioni fiscali possono riguardare la riqualificazione energetica, il recupero del patrimonio edilizio e l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

Per quanto riguarda gli interventi volti alla riqualificazione energetica, per tutte le spese affrontate tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2015 sarà possibile detrarre dall’Irpef o dall’Ires il 65% del costo sostenuto, mentre rimarrà valida la detrazione del 50% per la manutenzione straordinaria delle abitazioni e degli edifici. Entrambi gli sgravi fiscali si applicano fino ad un massimo di 96mila euro di spesa.

In questa categorie rientrano anche gli interventi di manutenzione straordinaria delle parti comuni e del verde comune, nel caso dei condomini. Ha subito invece una riduzione il bonus per gli interventi antisismici qualificati, che dal 65% è sceso al 50%. Va ricordato che a queste agevolazioni si aggiunge anche l’Iva al 4% anziché al 10%, già confermata con il Decreto Sblocca Italia.

Chi può usufruire delle detrazioni?

Le detrazioni spettano al proprietario o nudo proprietario, al titolare di un diritto di reale godimento, all’inquilino o al comodatario, ai soci di cooperative e di società semplici, ai familiari o ai conviventi di chi detiene l’immobile, purché si facciano carico delle spese di ristrutturazione.

Come si ottiene il bonus ristrutturazioni?

Una volta chiarita l’entità e la tipologia degli sgravi fiscali, sorge una domanda non meno importante: quali sono gli adempimenti burocratici per accedere agli incentivi? Il primo passo da compiere è quello di inviare all’Agenzia delle Entrate la Comunicazione di Inizio Lavori tramite raccomandata.

Per poter sfruttare il bonus ristrutturazioni occorre effettuare i pagamenti tramite bonifico bancario o postale, che deve riportare la causale del versamento, il codice fiscale di chi paga e il codice fiscale o la partita iva del beneficiario. Vanno conservate anche le fatture e le ricevute dei bonifici.

Per quanto riguarda interventi su aree condominiali o comuni, occorre conservare anche la delibera assembleare di approvazione dei lavori e la tabella millesimale di ripartizione delle spese. Se ad eseguire i lavori e a farsi carico delle spese è un soggetto diverso dal proprietario, sarà necessaria una dichiarazione di consenso del possessore dell’immobile.

Se desiderate comprare o vendere casa a Novara, venite a scoprire il mondo Sim: l’agenzia Sim Immobiliare è attiva da ventidue anni sul territorio e i nostri professionisti sono a vostra disposizione per ogni consulenza immobiliare. Ci trovate all’indirizzo www.simimmobiliare.it, all’indirizzo email sim@simimmobiliare.it oppure al numero 0321 331737.

Iscriviti Gratis alla Nostra Newsletter

* Richiesto



 

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation