SIM Immobiliare: il nostro Blog

Tante case, una sola agenzia.

Iva prima casa: nuovi criteri per le agevolazioni

by Simonetta Bacchiega on 1 aprile 2016 , No comments

Ciao a tutti,

oggi vi segnalo una importante novità: l’introduzione di nuovi criteri riguardanti l’Iva prima casa. Tale imposta è dovuta nel caso di acquisto direttamente dalla ditta che ha realizzato o ristrutturato l’abitazione, entro quattro anni dal termine dei lavori. In caso di acquisto prima casa, l’Iva è fissata al 4%, ma con le recenti disposizioni  contenute nella circolare n 31/e del 30 dicembre 2014 l’Agenzia delle Entrate ha introdotti importanti novità relative ai requisiti necessari per usufruire dell’agevolazione.

Iva prima casa: introduzione delle categorie catastali

La principale novità è che l’agevolazione dell’Iva prima casa è ora connessa alla categoria catastale: sono state chiaramente indicate le categorie soggette a tale imposta ridotta e quali, invece, saranno soggette a Iva piena, fissata al 10%. I criteri sono così allineati a quelli relativi all’imposta di registro. Fino ad oggi, il criterio di esclusione è stato l’identificazione dell’abitazione nella categoria di immobile di lusso, sulla base della presenza di alcuni specifici requisiti, secondo quanto stabilito dal precedente Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici del 2 Agosto 1969. Tale Decreto faceva riferimento ad alcuni parametri tecnici (superfici, presenza di particolari accessori quali piscina e/o campi da tennis, particolari qualità costruttive, etc.) di non immediata e facile comprensione. La categoria catastale invece è un dato estremamente chiaro e di facile lettura essendo presente nella visura catastale dell’immobile.

Ecco le categorie catastali che possono essere soggette dell’Iva prima casa al 4%:

  • cat. A/2 – abitazioni di tipo civile
  • cat. A/3 – abitazioni di tipo economico
  • cat. A/4 – abitazioni di tipo popolare
  • cat. A/5 – abitazioni di tipo ultra popolare
  • cat. A/6 – abitazioni di tipo rurale
  • cat. A/7 – abitazioni in villini
  • cat. A/11 – abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi

Sono invece esclusi gli immobili ad uso non abitativo, come uffici, studi privati e locali commerciali, e le abitazioni appartenenti alle seguenti categorie:

  • cat. A/1 – abitazioni di tipo signorile
  • cat. A/8 – abitazioni in ville
  • cat. A/9 – castelli e palazzi di eminenti pregi artistici e storici

Come richiedere le agevolazioni sull’Iva prima casa

L’attribuzione delle agevolazioni sull’Iva prima casa avviene in fase di stipula dell’atto di compravendita: gli acquirenti ( oltre a rendere le altre dichiarazioni relative ai requisiti soggettivi) dovranno dichiarare che l’immobile acquistato non rientra nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9. Grazie a questa novità si attua la completa equiparazione tra IVA e l’Imposta di Registro; per tale imposta fin dal 1 gennaio 2014 è richiesto che l’immobile non rientri nella suddetta categorie catastali per poter usufruire delle agevolazioni prima casa.

Se desiderate comprare o vendere casa a Novara, venite a scoprire il mondo Sim: l’agenzia Sim Immobiliare è attiva da ventidue anni sul territorio e i nostri professionisti sono a vostra disposizione per ogni consulenza immobiliare. Ci trovate all’indirizzo www.simimmobiliare.it, all’indirizzo email sim@simimmobiliare.it oppure al numero 0321 331737.

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation