SIM Immobiliare: il nostro Blog

Tante case, una sola agenzia.

Affittare casa agli studenti: i tuoi 3 assi nella manica

by Simonetta Bacchiega on 5 settembre 2016 , No comments

Con l’inizio di settembre, milioni di studenti in tutta Italia si preparano ad affrontare un nuovo anno di formazione. È il momento in cui molti cambiano città per iniziare l’Università, oppure ne approfittano per cambiare casa se durante l’anno precedente non si sono sentiti soddisfatti dalla propria sistemazione. Nelle città come Novara si apre dunque in intenso periodo per il mercato degli affitti: affittare casa agli studenti permette di guadagnare da un immobile di proprietà senza dover stipulare contratti a lungo termine. Vediamo come.

Affittare casa agli studenti: quale contratto?

Le necessità degli studenti universitari sono molto diverse da quelle di un qualsiasi affittuario: solitamente gli studenti necessitano di una soluzione da condividere con altri coetanei, per un periodo di tempo limitato a uno o una manciata di anni. Per questo, affittare casa agli studenti significa poter fare ricorso a contratti di durata breve, senza dover stipulare accordi vincolanti per quattro anni o più.

Per affittare casa agli studenti è possibile stipulare un particolare contratto di natura transitoria, riservato appunto a questa categoria di inquilini. Il contratto può durare da un minimo di 6 mesi a un massimo di 36, con rinnovo automatico per la stessa durata. Alla scadenza del contratto, lo studente può recedere dal rinnovo comunicando la sua decisione entro 3 mesi dalla scadenza. A contratto in corso, il proprietario può recedere con 3 mesi di preavviso solo in caso di gravi motivi.

In caso di affitto a più studenti, se soltanto uno recede dal contratto, gli altri sono tenuti a sostenere l’intera quota dell’affitto, con un contributo pro capite maggiore. Se il proprietario è d’accordo, possono cercare un nuovo studente con il quale condividere l’immobile, per sostituire l’inquilino che ha scelto di andarsene. L’importo del canone d’affitto, ripartito poi tra i singoli inquilini, può essere liberamente concordato, ma deve rientrare nel tetto previsto dagli accordi territoriali.

Come rendere l’immobile appetibile?

Per affittare casa agli studenti universitari, è necessario fare i conti con la concorrenza e conoscere le esigenze di questa particolare categoria di inquilini. Le necessità di chi cerca casa temporaneamente per ragioni di studio, infatti, possono essere molto diverse da quelle di una famiglia in cerca di una soluzione stabile. Ecco quali sono i punti di forza che possono rendere il tuo immobile più appetibile agli occhi degli studenti.Affittare casa agli studenti

Vicinanza alle università o comodità dei mezzi pubblici

Per capire se il proprio immobile può risultare attrattivo per gli studenti universitari, è importante considerarne la posizione in rapporto ai principali atenei della città. Gli studenti, infatti, saranno portati a privilegiare gli immobili situati vicino all’Università, per poterla raggiungere a piedi oppure, eventualmente, con i mezzi pubblici. Valutiamo quindi anche se la casa da dare in affitto, pur non essendo nei pressi di una Università, è ben servita dai mezzi pubblici e offre pratici spostamenti verso il centro e i luoghi di interesse per gli studenti: non tutti, infatti, hanno a disposizione un’auto, pertanto la collocazione della casa può essere una forte discriminante.

Appartamento arredato

La principale differenza tra chi cerca una sistemazione permanente e chi, invece, necessita di un appartamento soltanto per poco tempo, è che i primi possono avere maggiore desiderio di personalizzazione, mentre la seconda categoria privilegerà gli appartamenti già arredati, che richiedono minori investimenti.
L’arredamento può essere semplice ed essenziale, purché sia pratico: scrivanie e librerie sono necessarie per creare confortevoli angoli studio nei quali i ragazzi trascorreranno molte ore.
In cucina, gli studenti apprezzeranno la presenza dell’essenziale per fare da mangiare, senza essere costretti a grandi acquisti ad hoc.

Possibilità di ricavare spazi privati

Un terzo punto a favore per affittare casa agli studenti è costituito dalla piantina stessa dell’appartamento: i grandi open space risultano meno funzionali degli appartamenti composti da più stanze, anche se di piccole dimensioni. In questo modo, infatti, sarà più semplice avere la privacy necessaria anche se l’appartamento viene condiviso da più persone. Tante piccole stanze offrono, inoltre, una maggiore possibilità di ricavare angoli studio personali, lasciando comunque spazio per qualche area condivisa nella quale trascorrere del tempo tra coinquilini o con amici.

Queste tre caratteristiche, insieme, renderanno l’immobile particolarmente competitivo se si vorrà affittare casa agli studenti universitari, permettendo di individuare più facilmente gli inquilini ideali tra i tanti candidati.

Se desideri comprare, vendere o affittare casa a Novara,  Sim Immobiliare (+39 0321 331737)

Iscriviti alla Newsletter
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation