Simonetta Bacchiega

Tante case, una sola agenzia.

Manovra correttiva 2017: le novità per chi compra e vende casa

by Simonetta Bacchiega on 24 luglio 2017 , No comments

La manovra correttiva 2017 è ormai giunta al termine del suo iter ed è diventata Legge: essa introduce importanti novità per chi compra e vende casa e, più in generale, per il settore immobiliare. Tra i temi toccati troviamo le detrazioni fiscali, gli interventi di adeguamento sismico e gli affitti brevi. Vediamo tutte le novità e le agevolazioni confermate più in dettaglio.

Continua a leggere ...

Come vendere casa prima dei 5 anni

by Simonetta Bacchiega on 20 luglio 2017 , No comments

La necessità di vendere casa prima dei 5 anni dall’acquisto può far sorgere dubbi e timori: il rischio, infatti, è quello di perdere le agevolazioni prima casa, secondo le quali l’alienazione del bene non può avvenire nel primo quinquennio successivo all’acquisto. In realtà, vendere casa nei prima cinque anni senza perdere le agevolazioni fiscali è possibile: scopriamo insieme come fare.

 

Vendere casa prima dei 5 anni: quali svantaggi comporta

In linea generale, vendere casa prima dei 5 anni dall’acquisto comporta una serie di svantaggi per chi ha usufruito delle agevolazioni prima casa, poiché si dovranno sostenere dei costi dai quali si era stati inizialmente sgravati. La perdita delle agevolazioni comporta il versamento di:

  • imposta di registro
  • imposta catastale
  • imposta ipotecaria
  • sovrattassa pari al 30% delle imposte.

Esistono, però, dei casi particolari in cui questa norma non si applica ed è possibile mantenere le agevolazioni, anche qualora la casa venga venduta entro i primi cinque anni dall’acquisto.

Come vendere casa nei primi 5 anni e mantenere le agevolazioni fiscali

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 13/2017, ha chiarito che vi sono due casi in cui le agevolazioni prima casa vengono mantenute anche se l’alienazione avviene nei primi cinque anni dall’acquisto:

  • se il contribuente, entro un anno dalla vendita della prima casa, effettua l’acquisto di un altro immobile e lo destina ad abitazione principale
  • se il contribuente, entro un anno dalla vendita della casa, provvede ad acquistare un terreno sul quale costruire un immobile da adibire ad abitazione principale.Vendere casa prima dei 5 anni senza perdere le agevolazioni fiscali

Acquisto del terreno: il chiarimento dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha fornito un ulteriore, prezioso chiarimento a chi desidera effettuare una compravendita immobiliare cambiando l’immobile destinato a prima casa. Nel caso del terreno, infatti, la data d’acquisto non può essere successiva all’anno dal momento dell’alienazione, ma non ci sono vincoli in caso per l’acquisto precedente: il contribuente, infatti, può anche sfruttare un terreno di cui è in possesso già da anni.

In questo caso, a fare fede sarà l’inizio dei lavori sul terreno scelto entro un anno dall’alienazione. Non è necessario che l’immobile venga ultimato entro un anno: per poter mantenere le agevolazioni è sufficiente che entro tale arco temporale sia presente un rustico del fabbricato con mura perimetrali e copertura.

Vendere casa prima dei cinque anni: la plusvalenza

Un altro elemento al quale il proprietario deve prestare attenzione per poter mantenere le agevolazioni fiscali per la prima casa è la plusvalenza. Per poter mantenere le agevolazioni, il venditore deve aver mantenuto la residenza nell’immobile per più di metà del periodo in cui è stato proprietario. In caso contrario, dovrà sostenere la tassazione sulla differenza tra il prezzo di vendita e il prezzo d’acquisto aumentato delle imposte e delle spese sostenute. Il problema non si pone, invece, se il prezzo di vendita non supera quello d’acquisto.

Se desideri vendere o comprare casa, contatta SIM Immobiliare (+39 0321 331737).

Continua a leggere ...

Vendere casa con i social: è possibile?

by Simonetta Bacchiega on 12 luglio 2017 , No comments

Sentiamo parlare ogni giorno delle opportunità offerte dai social network come Facebook: il potere di questi canali di comunicazione è quello di poter raggiungere, a costo zero, un immenso numero di persone.
Ma è davvero sempre così? È possibile vendere casa con i social grazie alla grande visibilità che essi possono offrire? Noi pensiamo di sì, ma l’esperienza insegna che ci sono delle condizioni indispensabili: oggi vi sveliamo quali.

Continua a leggere ...

Case in vendita a Novara: le occasioni del mese di giugno

by Simonetta Bacchiega on 15 giugno 2017 , No comments

Inauguriamo oggi una nuova rubrica, per segnalarvi le case in vendita a Novara e provincia che più corrispondono alle richieste che riceviamo ogni giorno in agenzia da parte di chi cerca casa. Tra le nostre proposte, oggi abbiamo due vere chicche che non mancheranno di far sognare sia gli amanti degli ampi spazi, sia gli amanti degli appartamenti più raccolti, accoglienti e funzionali.

Continua a leggere ...

Quali sono i tempi di consegna di un immobile dopo la vendita?

by Simonetta Bacchiega on 12 giugno 2017 , No comments

Arrivati al rogito, di solito compratore e venditore tirano entrambi un sospiro di sollievo: il documento attesta che la vendita dell’immobile è avvenuta e tutto è andato a buon fine. In realtà, questo è il momento di rilassarsi solo se tutto è stato stabilito a dovere, compresi i tempi di consegna dell’immobile. In caso contrario, si rischiano complicazioni alle quali nessuna delle due parti vuole andare incontro. Immagino voglia evitarle anche tu, vero? Continua a leggere e scopri come fare a stabilire i tempi di consegna dell’immobile, mettendo al sicuro la compravendita!

Continua a leggere ...

Affitto a canone concordato: tutte le novità sulle agevolazioni

by Simonetta Bacchiega on 17 maggio 2017 , No comments

L’affitto a canone concordato offre agevolazioni sia all’inquilino, sia al proprietario dell’immobile: per chi sceglie di aderire a questa forma di contratto ad uso abitativo, infatti, il canone mensile viene stabilito in base agli accordi territoriali ed è in media il 15% più basso rispetto a quanto stabilito da contratti a canone libero. A fronte di questa riduzione del canone, il proprietario gode di una tassazione agevolata, dovendo versare un’imposta ridotta per la rendita derivante dalla locazione.

Continua a leggere ...