SIM Immobiliare: il nostro Blog

Tante case, una sola agenzia.

Bonus verde 2018 per giardini, terrazzi e balconi: come avere le agevolazioni fiscali

by Arch. Veronica Marchini on 6 Novembre 2017 , No comments

La nuova Legge di Bilancio 2018 ha introdotto importanti novità per tutti i pollici verdi: il Bonus Verde prevede agevolazioni fiscali per tutti coloro che decidono di fare interventi per il miglioramento di giardini, terrazzi e balconi, privati o di proprietà condominiale. Continua a leggere per scoprire come ottenere le agevolazioni e risparmiare.

Bonus Verde, cos’è e come funziona

Il Bonus Verde per giardini, terrazzi e balconi prevede una detrazione fiscale sull’Irpef pari al 36% dei costi sostenuti nel corso del 2018 per interventi di miglioramento del verde. È possibile ottenere l’agevolazione fiscale fino a un massimo di 5.000 euro di spesa per la sistemazione del verde di tutte le aree scoperte di pertinenza di una unità immobiliare. L’agevolazione sarà ripartita in dieci quote annuali di pari importo.

In particolare, potranno usufruire del Bonus verde tutti i condomini che parteciperanno a spese per il miglioramento del verde condominiale e tutti i privati proprietari di ville o unità indipendenti che sceglieranno, nel corso del 2018, di investire in giardini, terrazzi, installazioni di verde pensile oppure in messa a dimora di piante e arbusti. Per ottenere le agevolazioni fiscali per il recupero o la creazione di nuove aree verdi sarà sufficiente documentare le spese sostenute.

bonus verde 2018

Come ottenere il Bonus Verde 2018

Per ottenere il Bonus Verde, è possibile effettuare diversi tipi di interventi volti al miglioramento delle aree verdi condominiali o private. Questi i principali lavori per i quali si possono ottenere le agevolazioni del 36%:

• rifacimento di impianti di irrigazione;
• sostituzione di una siepe;
• grandi potature;
• fornitura di piante o arbusti;
• riqualificazione di prati;
• lavori e interventi per la trasformazione di un’area incolta in aiuole e piccoli prati;
• spese per il progetto del progettista del verde.

Come si evince dall’elenco, dunque, non si tratta soltanto di agevolazioni fiscali per grandi interventi o per grandi superfici verdi, ma anche per lavori più contenuti. Lo spazio può essere riservato per giardini pensili, giardini tradizionali, piccoli orti urbani su terrazze e balconi, piante in vaso: non vi sono particolari limitazioni in questo senso, purché l’intervento sia volto a creare o migliorare spazi verdi.

I vantaggi del Bonus Verde

Rispetto ad altre forme di agevolazioni fiscali, come il Bonus Mobili, il Bonus Verde offre un particolare vantaggio: non è necessario avviare ristrutturazioni dell’abitazione per usufruirne, ma è sufficiente eseguire i lavori esterni sopra citati. Il Bonus Verde è una iniziativa a duplice scopo: da una parte, il Governo intende incentivare il mercato florovivaistico; dall’altro si desidera mettere in atto soluzioni utili a contrastare l’inquinamento urbano.

La presenza di aree verdi, infatti, è in grado di contrastare l’inquinamento atmosferico, una delle principali cause di morte premature in Europa. Certamente l’iniziativa non può avere carattere risolutivo in tal senso, ma è un primo segnale concreto che consente a ogni cittadino di fare la propria parte, piccola o grande che sia, per migliorare l’ambiente circostante dal punto di vista estetico e della salute.

Se vuoi vendere, comprare o affittare casa a Novara e provincia, contattaci o vieni a trovarci in agenzia, ti aiuteremo a far sì che il tuo desideri diventi realtà. Ci trovi sul sito SIM Immobiliare oppure al numero di telefono 0321 331737.

[mailchimpsf_form]

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation