SIM Immobiliare: il nostro Blog

Tante case, una sola agenzia.

Quale differenza c’è tra residenza e domicilio?

by Simonetta Bacchiega on 9 luglio 2018 , No comments

Talvolta residenza e domicilio vengono utilizzati come sinonimi nel gergo comune, erroneamente. Se nel parlare quotidiano ciò non comporta un problema, dal punto di vista giuridico vi sono differenze sostanziali, che è bene conoscere per interpretare correttamente le normative. Si tratta di distinzioni importanti, ad esempio, quando si cerca di capire come ottenere o mantenere agevolazioni fiscali. Vediamo cosa significano i due termini e quali differenze comportano.

Differenza tra domicilio e residenza: una definizione di residenza

La Legge identifica con la definizione di residenza il luogo in cui la persona ha la sua dimora abituale, ovvero vive abitualmente. Da questa definizione stabilisce l’obbligo legale di stabilire la propria residenza nel Comune in cui si vive abitualmente, tramite l’iscrizione al registro dell’anagrafe. Ne consegue che i trasferimenti temporanei, per periodi più o meno lunghi di vacanza, non influiscono sulla residenza.

Questa distinzione permette di regolamentare, ad esempio, il ricorso ad agevolazioni fiscali. Se una persona acquista un immobile a Novara con le agevolazioni prima casa dovrà stabilire a Novara la propria residenza. Se dovesse poi recarsi altrove per uno o due mesi, non dovrà rinunciare alle agevolazioni, poiché sposterebbe temporaneamente soltanto la propria dimora, ovvero il luogo in vive per un periodo di tempo limitato, ma non la residenza.

In questo modo, il soggetto resterebbe vincolato alla città di Novara per quanto riguarda alcuni suoi diritti e doveri, come:

• la ricezione di comunicazioni e raccomandate, con le eccezioni legate al domicilio che vedremo a breve
• l’iscrizione alle liste elettorali per votare
• la scelta del medico di famiglia
• la competenza di tribunali e uffici giudiziari
• l’accesso ai servizi demografici.

Il trasferimento della residenza in un altro Comune, dunque, diverrebbe necessario se la persona si sposta da Novara per un periodo di tempo molto lungo, per poter usufruire comodamente dei suoi diritti ed esercitare i suoi doveri.

differenza residenza domiciliocompra

Differenza tra domicilio e residenza: una definizione di domicilio

Anche per chiarire il concetto di domicilio possiamo fare riferimento alla normativa, che lo definisce come il luogo in cui la persona stabilisce la sede dei suoi affari e interessi. Per una persona residente a Novara dunque il domicilio può anche essere stabilito fuori città, se la persona vi si deve recare frequentemente o per un periodo di tempo prolungato a causa di interessi professionali. Il domicilio può essere eletto dal soggetto là dove trova conveniente ricevere comunicazioni relativamente a un determinato affare, sia esso lavorativo o, ad esempio, inerente una causa legale. In tal caso, infatti, spesso si sceglie di eleggere il proprio domicilio per ogni comunicazione inerente la causa direttamente presso il proprio avvocato.

Allo stesso modo si può eleggere domicilio per le comunicazioni con il condominio. Solitamente,
l’elezione del domicilio ha validità fino al termine dell’affare o comunque fino a nuova comunicazione nei casi di rapporti a tempo indeterminato (si pensi al proprietario di un appartamento in condominio), con l’obbligo di comunicazione della sua variazione.

La differenza tra residenza e domicilio per determinare l’abitazione principale

Conoscere la differenza tra residenza e domicilio è importante in due casi molto comuni: per ottenere le agevolazioni prima casa e per determinare l’importo di imposte come l’IMU e la Tasi.
Per poter usufruire delle agevolazioni prima casa, infatti, è necessario stabilire la propria residenza nel Comune in cui è situato l’immobile entro 18 mesi dall’acquisto. Acquistando una casa a Novara e spostandovi il domicilio, ma non la residenza entro il tempo prestabilito si perderebbero le agevolazioni.

Anche le esenzioni per l’IMU e per la Tasi si applicano in relazione all’abitazione nella quale è stabilita la residenza. Lo stesso criterio viene applicato per determinare la detrazione degli interessi del mutuo, delle spese dell’agenzia immobiliare e la donazione di immobili tra genitori e figli. Una corretta gestione di domicilio e residenza può quindi evitare errori con importanti ricadute economiche, rendendo possibile il ricorso a una serie di agevolazioni fiscali legate all’abitazione.

Vuoi vendere o comprare casa a Novara, senza perdere tempo e avendo la sicurezza di fare tutto nel migliore dei modi? Parlaci dei tuoi progetti, ti spiegheremo tutto quello che possiamo fare per te. Contattaci al 0321-331737!

A presto,

Simonetta Bacchiega

[mailchimpsf_form]

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation