SIM Immobiliare: il nostro Blog

Tante case, una sola agenzia.

Affitto a canone concordato: tutte le novità sulle agevolazioni

by Simonetta Bacchiega on 17 maggio 2017 , No comments

L’affitto a canone concordato offre agevolazioni sia all’inquilino, sia al proprietario dell’immobile: per chi sceglie di aderire a questa forma di contratto ad uso abitativo, infatti, il canone mensile viene stabilito in base agli accordi territoriali ed è in media il 15% più basso rispetto a quanto stabilito da contratti a canone libero. A fronte di questa riduzione del canone, il proprietario gode di una tassazione agevolata, dovendo versare un’imposta ridotta per la rendita derivante dalla locazione.

Quest’anno, con il Decreto del 16 gennaio 2017, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 15 marzo, sono state introdotte alcune importanti novità, volte ad aumentare le agevolazioni e a rendere l’affitto a canone concordato ancora più conveniente. Scopriamo cosa è cambiato.

Decreto 16 gennaio 2017: come è cambiato l’affitto a canone concordato

Dove è possibile stipulare contratti di affitto a canone concordato

Fino ad oggi, i contratti a canone concordato sono stati una prerogativa dei Comuni ad alta densità abitativa. Nel 2017 questo cambia e i contratti possono essere registrati ovunque vi siano accordi territoriali per la determinazione del canone agevolato.

Canone concordato e cedolare secca

Se proprietario e inquilino scelgono di non adottare la soluzione della cedolare secca, gli accordi territoriali possono prevedere un aggiornamento del canone in misura non superiore al 75% della variazione Istat.

Per quanto riguarda le detrazioni Irpef, è stata confermata una ulteriore riduzione del 30% dei redditi imponibili, in aggiunta alla riduzione ordinaria del 5%.

Una novità che riguarda invece chi opta per la cedolare secca: nei Comuni ad alta densità abitativa è prevista una riduzione al 10% dell’aliquota della cedolare secca per gli studenti di età compresa tra i 20 e i 30 anni e per i dipendenti che, per ragioni di lavoro, si trasferiscono ad oltre 100 km dal Comune di residenza, oppure fuori Regione.

Affitto a canone concordato novità 2017

Determinazione dell’importo del canone d’affitto concordato

Il Decreto introduce la determinazione, tramite gli accordi territoriali, di fasce di oscillazione del canone di locazione all’interno delle quali, in base alle caratteristiche dell’immobile, viene concordato il canone tra le parti che stipulano il contratto.

Per stabilire le fasce di oscillazione, le organizzazioni della proprietà edilizia e dei conduttori maggiormente rappresentative a livello locale individuano insiemi di aree abitative dalle caratteristiche comuni. Relativamente a queste aree vengono stabiliti i valori minimi e i valori massimi per ogni fascia di oscillazione.

Affitto a canone concordato per studenti

A partire dal 2017, ecco un’altra importante novità: l’affitto a canone concordato con contratto per studenti universitari può essere stipulato in tutti i Comuni sede di istituti di istruzione superiore, anche nel caso in cui l’inquilino sia iscritto a Master o corsi di perfezionamento. Il contratto può durare da 6 mesi a 3 anni.

Modulo per contratti di affitto a canone concordato

Il Decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale contiene anche, in allegato, i moduli per la compilazione del contratto di affitto a canone concordato. Affinché la stipula del contratto sia ritenuta valida e affinché proprietario e inquilino possano usufruire delle agevolazioni, è necessario utilizzare esclusivamente i moduli allegati al Decreto, che è possibile scaricare sul sito della Gazzetta Ufficiale.

Le novità 2017 del contratto di affitto a canone concordato mirano a semplificare ulteriormente questa forma contrattuale e renderla più conveniente dal punto di vista economico, anche in caso di affitto transitorio e di breve durata.

Se desideri vendere o comprare casa a Novara e vuoi saperne di più, contatta Sim Immobiliare (+39 0321 331737).

Iscriviti alla Newsletter
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation