SIM Immobiliare: il nostro Blog

Tante case, una sola agenzia.

Animali domestici in appartamento: cosa prevede la normativa?

by Simonetta Bacchiega on 11 dicembre 2017 , No comments

Una popolazione in costante crescita, che ha superato quota 60 milioni: stiamo parlando degli animali domestici, parte integrante di un numero di famiglie italiane in crescita. 7 milioni di cani e 7,5 milioni di gatti condividono e rallegrano la quotidianità degli italiani, popolando case e appartamenti. L’Italia è un Paese che ama molto gli animali domestici e questo legame ha portato alla necessità di normative ad hoc: tra queste, la regolamentazione della presenza degli animali domestici in appartamento. È possibile vietarla? Chi può farlo? Si possono imporre condizioni specifiche a riguardo? Continua a leggere per saperne di più!

Il condominio può vietare gli animali domestici in appartamento?

Uno dei dubbi più frequenti da parte di chi cerca casa è: il condominio può vietare la presenza di animali domestici in appartamento? La risposta farà felice chiunque non voglia rinunciare alla compagnia di uno o più animali: il condominio, attualmente, non può imporre questo tipo di divieto.

Oggi, il Codice Civile stabilisce che nessun regolamento condominiale può vietare la presenza di animali domestici in appartamento e in condominio. Il divieto presente, eventualmente, in regolamenti condominiali redatti prima dell’approvazione di tale norma deve quindi essere considerato privo di validità. Questa disposizione interessa sia le parti di proprietà esclusiva, come appunto i singoli appartamenti, sia le parti condominiali: il condominio non può vietare agli animali domestici l’uso di scale, ascensori o il transito in altre parti comuni.

Allontanamento di animali domestici dal condominio

Esistono soltanto pochi casi eccezionali nei quali il condominio può richiedere l’allontanamento di uno specifico animale: si tratta di casi di particolare gravità come scarsa igiene o malattie, che devono essere documentati tramite ASL o personale tecnico privato. Per poter allontanare l’animale che provoca disagi occorre dimostrare che le emissioni, come rumori molesti od odori sgradevoli, siano tali da provocare insofferenze o generare malessere negli altri condomini.

Nel caso si verifichino queste condizioni, il Giudice di Pace può inibire l’attività contestata oppure disporre delle misure volte a contenere il fastidio: il proprietario può essere condannato al risarcimento di eventuali danni, mentre raramente le condizioni sono tali da richiedere l’allontanamento dell’animale.

animali domestici in appartamento cosa prevede la normativa

Animali domestici in un appartamento in affitto

Se il regolamento condominiale non può porre vincoli, diverso è il caso della stipula del contratto di locazione: in questo caso, sta al proprietario dell’appartamento la decisione di accettare o meno un inquilino con uno o più animali domestici.

Con la stipula del contratto d’affitto, il proprietario trasferisce il diritto di abitazione, ma rimane in pieno possesso della facoltà di porre dei vincoli, così come della possibilità di scegliere liberamente a chi affittare il proprio immobile. In questo caso, dunque, il proprietario può scegliere di inserire come clausola contrattuale l’assenza di animali domestici all’interno del proprio appartamento: l’inquilino sarà tenuto a rispettare tale clausola per tutta la durata del vincolo contrattuale.

Affinché il divieto sia da considerarsi valido, deve essere inserita una apposita clausola all’interno del contratto d’affitto stipulato da entrambe le parti: con la firma del contratto di locazione, infatti, l’inquilino accetta formalmente anche tutti i vincoli qui riportati, compreso quello di non detenere animali domestici all’interno dell’appartamento.

Se vuoi vendere, comprare o affittare casa a Novara e provincia, contattaci o vieni a trovarci in agenzia, ti aiuteremo a far sì che il tuo desiderio diventi realtà. Ci trovi sul sito SIM Immobiliare oppure al numero di telefono 0321 331737.

Iscriviti alla Newsletter
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation