SIM Immobiliare: il nostro Blog

Tante case, una sola agenzia.

Bonus mobili 2018: condizioni e documenti per richiedere la detrazione

by Simonetta Bacchiega on 15 febbraio 2018 , No comments

Con la Legge di Bilancio 2018 il Bonus Mobili 2018 è stato confermato: le agevolazioni già rese disponibili lo scorso anno sono ancora a disposizione di chi acquista mobili durante una ristrutturazione. Il Bonus Mobili prevede agevolazioni nella forma di detrazioni fiscali: per poterle richiedere è importante rispettare le tempistiche indicate dalla normativa. Scopri quali sono i requisiti necessari e tutti i documenti indispensabili.

Bonus Mobili 2018: le scadenze

Il Bonus Mobili 2018 consente di ottenere una detrazione del 50% sulle spese sostenute per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici in classe A o A+, all’interno del contesto di un intervento di ristrutturazione edilizia. Le agevolazioni possono essere richieste per qualsiasi intervento di ristrutturazione: in questo modo è possibile migliorare le condizioni e il valore di un immobile limitando i costi da sostenere.

La Legge di Bilancio 2018 ha confermato le detrazioni, specificando che gli interventi di ristrutturazione devono essere iniziati a decorrere dal 1 gennaio 2017, mentre la data di acquisto dei mobili deve essere successiva a quella di inizio dei lavori. Non è necessario, invece, che i lavori di ristrutturazione vengano saldati prima dell’acquisto dei mobili.

Attenzione, però, ai tempi di acquisto e di ristrutturazione: per gli acquisti di mobili effettuati nel 2018 e riferiti a lavori iniziati nel 2017, il tetto dei 10mila euro deve essere calcolato al netto delle eventuali spese sostenute nel 2017 per le quali si è già usufruito del bonus. Lo stesso calcolo deve essere effettuato nel caso di ristrutturazione e acquisto mobili effettuati tra 2016 e 2017.

Bonus mobili 2018 documenti

Bonus Mobili 2018: requisiti indispensabili e limitazioni

Rientrate nelle tempistiche indicate dalla Legge di Bilancio non è l’unica condizione indispensabile per poter richiedere il Bonus Mobili: è necessario fare attenzione anche ad alte limitazioni e ad altre prescrizioni, come le modalità di pagamento.

• È preferibile pagare tramite bonifico bancario parlante. Sono comunque riconosciuti anche gli acquisti effettuati tramite carta di credito: in questo caso lo scontrino dovrebbe riportare il codice fiscale del richiedente il Bonus. In caso contrario, le detrazioni verranno concesse soltanto se sul modulo di richiesta delle agevolazioni sono riportate natura, qualità e quantità dei beni acquistati e se la spesa è riconducibile al titolare della carta in base alla corrispondenza con i dati del pagamento (esercente, importo, data e ora).

• È possibile richiedere la detrazione anche per mobili acquistati all’estero, purché pagati con bonifico bancario parlante e nel rispetto delle condizioni previste dalla normativa italiana.

• Il bonus mobili 2018 non si può ereditare: in caso di decesso del richiedente, gli eredi non possono ereditare le quote residue.

• Il Bonus Mobili 2018 è legato esclusivamente agli interventi di ristrutturazione: questo significa che non può essere richiesto in relazione a interventi di efficientamento energetico per i quali si usufruisce dell’Ecobonus.

• Il Bonus Mobili può essere richiesto anche quando i mobili o gli elettrodomestici sono destinati ad un ambiente diverso rispetto a quello oggetto di ristrutturazione: l’importante è che siano destinati allo stesso immobile. Il limite dei 10mila euro è legato alla singola unità immobiliare, dunque chi esegue lavori su più immobili ha diritto a più detrazioni, considerando un tetto massimo di spesa di 10mila euro per ogni edificio.

I documenti per richiedere il Bonus Mobili 2018

Per poter usufruire del Bonus Mobili 2018 occorre poter dimostrare le spese sostenute, pertanto si dovranno allegare alla domanda, da presentare tramite il sito web dell’Agenzia delle Entrate, i seguenti documenti:

• ricevuta del bonifico;
• ricevuta di avvenuta transazione (per i pagamenti con carta di credito o di debito);
• documentazione di addebito sul conto corrente;
• fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti.

Se desideri conoscere il valore reale del tuo immobile o se vuoi essere certo di comprare casa al prezzo giusto, contattaci o vieni a trovarci in agenzia, ti aiuteremo a far sì che il tuo desiderio diventi realtà. Ci trovi sul sito SIM Immobiliare oppure al numero di telefono 0321 331737.
[mailchimpsf_form]

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation