SIM Immobiliare: il nostro Blog

Tante case, una sola agenzia.

Cosa comprende il bonus mobili 2018

by Simonetta Bacchiega on 5 aprile 2018 , No comments

Per sapere con chiarezza cosa comprende il Bonus Mobili 2018 occorre fare riferimento alla Legge di Stabilità 2018 e a successive circolari diffuse proprio con lo scopo di fare chiarezza. Il Bonus Mobili permette di detrarre le spese di acquisto per mobili ed elettrodomestici in classe A effettuati in relazione a una ristrutturazione edilizia. Vuoi sapere se puoi detrarre mobili per altri immobili, le spese di trasporto, consegna e montaggio? Continua a leggere.

Quali mobili comprende il Bonus Mobili 2018

Per quanto riguarda i mobili, la normativa prevede che per essere compresi nella detrazione fiscale siano acquistati nuovi, dunque non di seconda mano. Il loro acquisto deve essere connesso all’immobile nel quale vengono effettuati i lavori, anche se la stanza può non coincidere: si possono detrarre, ad esempio, i mobili acquistati per la cucina anche se i lavori di ristrutturazione interessano soltanto il bagno.

Il bonus mobili non comprende invece finiture, come pavimenti o porte, e complementi d’arredo, come tende, tendaggi oppure oggetti per l’illuminazione. Il Bonus Mobili comprende anche gli elettrodomestici in classe A e A+ per tutti gli elettrodomestici provvisti di certificazione energetica, nonché tutti gli elettrodomestici per i quali non vi è ancora obbligo di certificazione. La normativa fa sempre riferimento ai grandi elettrodomestici, mentre i piccoli elettrodomestici non sono agevolabili.

Cosa comprende il bonus mobili 2018

Bonus mobili: quali elettrodomestici comprende e quali sono esclusi

Per meglio definire quali elettrodomestici comprende il Bonus Mobili 2018 e quali invece sono da ritenersi esclusi, l’Agenzia delle Entrate ha diffuso un elenco che suddivide i principali apparecchi delle due categorie: grandi elettrodomestici, agevolabili, e piccoli elettrodomestici, non agevolabili.

Grandi elettrodomestici – agevolabili Piccoli elettrodomestici – non agevolabili
Grandi apparecchi di refrigerazione Aspirapolvere
Frigoriferi Scope meccaniche
Congelatori Altre apparecchiature per la pulizia
Altri grandi elettrodomestici utilizzati per la refrigerazione, la conservazione e il deposito di alimenti Macchine per cucire, per maglieria, tessitrici e per altre lavorazioni tessili
Lavatrici Ferri da stiro e altre apparecchiature per stirare, pressare e trattare ulteriormente gli indumenti
Asciugatrici Tostapane
Lavastoviglie Friggitrici
Apparecchi per la cottura Frullatori, macinacaffè elettrici e apparecchiature utilizzate per aprire o sigillare contenitori o pacchetti
Stufe elettriche Coltelli elettrici
Piastre riscaldanti elettriche Apparecchi tagliacapelli, asciugacapelli, spazzolini da denti

elettrici, rasoi elettrici, apparecchi per massaggi e altre cure del corpo

Forni a microonde Sveglie, orologi da polso o da tasca e apparecchiature per misurare, indicare e registrare il tempo
Altri grandi elettrodomestici utilizzati per la cottura e l’ulteriore trasformazione di alimenti Bilance
Apparecchi elettrici di riscaldamento
Radiatori elettrici
Altri grandi elettrodomestici utilizzati per riscaldare stanze, letti e mobili per sedersi
Ventilatori elettrici
Apparecchi per il condizionamento come definiti dalle disposizioni di attuazione della direttiva 2002/40/CE dell’8 maggio 2002 della Commissione che stabilisce le modalità di applicazione della direttiva 92/75/CEE del Consiglio per quanto riguarda l’etichettatura indicante il consumo di energia dei forni elettrici per uso domestico
Altre apparecchiature per la ventilazione, l’estrazione d’aria e il condizionamento

Spese di trasporto e montaggio

Il bonus mobili comprende anche tutte le spese sostenute per il trasporto e il montaggio dei mobili per i quali sono previste le agevolazioni fiscali. Per poter includere questi costi è necessario che anch’essi, come i mobili e gli elettrodomestici oggetto di detrazione, vengano pagati attraverso un bonifico bancario, una carta di credito o una carta di debito, al fine di garantire la tracciabilità della spesa messa in detrazione. Non è ammesso, invece, il pagamento in contanti o assegni bancari.

Bonus mobili 2018: limiti temporali

Per poter usufruire delle detrazioni, occorre prestare molta attenzione alle condizioni temporali richieste dall’Agenzia delle Entrate. Nel 2018 sarà possibile mettere in detrazione i mobili e gli elettrodomestici connessi a una ristrutturazione avvenuta a partire dal 1 gennaio 2017. Va specificato che il Bonus Mobili 2018 comprende tutti i mobili acquistati in relazione a una ristrutturazione iniziata entro tale data, anche se le relative spese sono state sostenute successivamente.

Se vuoi vendere, comprare o affittare casa a Novara e provincia, contattaci o vieni a trovarci in agenzia. Ci trovi sul sito SIM Immobiliare oppure al numero di telefono 0321 331737. [mailchimpsf_form]

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation