SIM Immobiliare: il nostro Blog

Tante case, una sola agenzia.

Migliorare l’isolamento acustico della casa: 6 soluzioni

by Simonetta Bacchiega on 21 Giugno 2018 , No comments

La casa è il luogo del relax e della pace… fino a quando non vengono interrotte da fastidiosi rumori esterni! L’inquinamento acustico può essere motivo di stress, ma può anche essere risolto, in molti casi, senza interventi particolarmente costosi. Continua a leggere per scoprire come limitare i suoni provenienti dall’esterno o dagli altri appartamenti del tuo condominio e migliorare l’isolamento acustico vivendo la tua casa in modo più sereno.

Migliorare l’isolamento acustico della casa: 3 soluzioni a basso costo

Pannelli acustici decorativi
Quando si pensa a soluzioni per migliorare l’isolamento acustico della casa, si pensa spesso a soluzioni molto costose, che comportano interventi invasivi. Fortunatamente, sul mercato esistono delle alternative a costo ridotto, che non richiedono una profonda ristrutturazione e che, allo stesso tempo, garantisco la perfetta resa estetica. Cosa chiedere di più?

I pannelli acustici decorativi sono dei pannelli fonoassorbenti che si applicano alle pareti interne della casa e che offrono ottime prestazioni fonoassorbenti, limitando così la percezione dei rumori esterni all’interno della casa. In più, sono disponibili in moltissimi colori, geometri e pattern, trasformando la parete in una superficie di design che conferisce maggior valore anche estetico all’ambiente.

Intonaci fonoassorbenti
Se i pannelli acustici decorativi non rispondono alle esigenze di design e se le necessità di miglioramento dell’isolamento acustico della casa sono limitate a rumori non troppo intensi, ma comunque fastidiosi, si possono ottenere buoni risultati con gli intonaci fonoassorbenti, ovvero speciali intonaci capaci di limitare la propagazione dei suoni molesti.

Gli intonaci fonoassorbenti sono ideali anche per gli appassionati di hi – fi: non solo migliorano l’isolamento acustico, infatti, ma riducono anche effetti di eco e riverbero all’interno degli ambienti. Per questo vengono utilizzati anche all’interno di auditorium e teatri, migliorando la qualità di propagazione del suono.

Pannelli fonoisolanti e fonoassorbenti
Se non si teme di perdere qualche centimetro negli spazi interni, si possono applicare dei pannelli fonoisolanti o fonoassorbenti che permettono di limitare l’inquinamento acustico proveniente dall’esterno. Solitamente, questi pannelli vengono realizzati in lana di roccia, in sughero oppure in lana di vetro. In alternativa, si può optare anche per il cartongesso, con il quale realizzare una controparete. Sul mercato esistono anche pannelli che possono essere utilizzati senza ulteriori rivestimenti, per i quali dunque è sufficiente una corretta applicazione.

Migliorare isolamento acustico

Migliorare l’isolamento acustico della casa: 3 soluzioni ideali in fase di ristrutturazione

Infissi e serramenti
Gli interventi un pochino più radicali sono anche quelli con maggiore efficacia: porte e finestre, ad esempio, influenzano moltissimo l’isolamento acustico degli ambienti domestici. Se la casa presenta infissi e serramenti datati, molto probabilmente la loro sostituzione sarà sufficiente per migliorare in modo molto netto la percezione sonora. Infissi e serramenti offrono grande varietà dal punto di vista estetico, ma nel momento della scelta è sempre bene fare attenzione anche ai valori garantiti di isolamento termico ed acustico. Solitamente, gli infissi e i serramenti che hanno una buona capacità di isolamento termico sono efficienti anche dal punto di vista dell’insonorizzazione.

Cappotti esterni
Insonorizzazione e isolamento termico viaggiano di pari passo anche per quanto riguarda il cappotto esterno: la sua presenza non toglie nulla al design e all’estetica della casa ed è una delle soluzioni con maggiore efficienza dal punto di vista del miglioramento dell’isolamento termico e dell’isolamento acustico. Il cappotto può essere realizzato con diverse combinazioni di materiali, in modo tale da rispondere alle esigenze specifiche della casa: il nostro consiglio è quello di scegliere soltanto in seguito a un’attenta valutazione strutturale compiuta da un esperto.

Coibentazione interna
Non sempre è possibile optare per un cappotto esterno: in questi casi, la coibentazione può essere effettuata con un cappotto interno che consente di ottenere comunque ottimi risultati sia in termini di isolamento termico, sia in termini di isolamento acustico. Anche per la coibentazione interna, sconsigliamo il fai da te: è necessaria l’installazione da parte di professionisti esperti, che garantiscano un intervento che prevenga l’insorgere di muffe e di condensa. Un buon cappotto interno sottrae qualche centimetro di spazio vivibile all’interno dell’abitazione, garantendo però in cambio ottimi risultati dal punto di vista dell’isolamento acustico.

Vuoi vendere o comprare casa a Novara, senza perdere tempo e avendo la sicurezza di fare tutto nel migliore dei modi? Parlaci dei tuoi progetti, ti spiegheremo tutto quello che possiamo fare per te. Contattaci al 0321-331737!

A presto,

Simonetta Bacchiega

[mailchimpsf_form]

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation