SIM Immobiliare: il nostro Blog

La più grande Agenzia Immobiliare indipendente di Novara

Tassa di successione: si può evitare?

by Simonetta Bacchiega on 3 Febbraio 2020 , No comments

Uno dei flagelli fiscali più temuti dagli italiani è la tassa di successione, che interessa anche il patrimonio immobiliare. Sicuramente ne avrai già sentito parlare e anche se di preciso ancora non sai di cosa si tratta, scommettiamo che i tuoi presentimenti a riguardo non sono per niente buoni.

Cos’è la tassa di successione?

La tassa di successione, come dice il nome, è un’imposta che viene applicata sui passaggi di proprietà dei beni di una persona ai legittimi eredi in caso di morte o donazione. A dispetto di quanto molti pensano però, la tassa di successione non si applica soltanto agli immobili ma anche a beni finanziari quali obbligazioni e azioni.

Come funziona la tassa di successione?

Una volta aperta la procedura di successione presso l’Agenzia delle Entrate, la legge concede un anno di tempo agli eredi per presentare la dichiarazione di successione. Tale dichiarazione potrà essere presentata telematicamente, attraverso gli appositi servizi, presso l’ufficio dedicato dell’Agenzia delle Entrate o avvalendosi dei servizi di un intermediario abilitato, per esempio un patronato.

tassa successione

Come viene calcolata la tassa di successione?

Le aliquote da versare all’erario vengono calcolate in base al grado di parentela degli eredi e ad alcune specifiche franchigie. In particolare devi sapere che tali aliquote sono così calcolate:

  • gli eredi diretti ascendenti e discendenti pagheranno il 4% sul valore eccedente a 1 milione di Euro
  • i fratelli verseranno il 6% calcolato sul valore eccedente i 100 mila Euro
  • i parenti diretti fino al 4° grado per linea retta e fino al 3° per linea collaterale dovranno sborsare il 6% del valore totale senza alcuna franchigia
  • qualsiasi altro tipo di erede sarà imputato del versamento dell’8% del totale, anche in questo caso senza franchigia.

Queste franchigie vengono ricalcolate ogni quattro anni in relazione all’indice del costo della vita.

È importante però sapere anche che se gli immobili da ereditare si trovano all’estero la musica potrebbe cambiare… In alcuni casi in positivo! Sì, perché ci sono alcuni paesi nei quali le successioni non sono tassate e sono Austria, Australia, Russia, Gibilterra, Cipro, Canada, Cina, India, Indonesia, Norvegia, Svezia, Ucraina e Nuova Zelanda.

Per contro ci sono anche altre nazioni dove l’entrare in possesso di un’eredità è tassato in maniera ancora più pesante che in Italia.

Successione immobiliare: l’imposta ipotecaria e catastale

Anche gli immobili compresi nel valore della franchigia comportano comunque il pagamento di un’imposta ipotecaria e catastale. Tali imposte si applicano al valore del bene e solitamente si utilizza il valore catastale. Questo si ottiene moltiplicando la rendita catastale rivalutata del 5% per i moltiplicatori previsti: 110 se si tratta di prima casa, 120 se si tratta di immobili classificati A e C (esclusi A/10 e C/1), 140 per immobili categoria B, 60 per categorie A/10 e D, 40,8 per categorie C/1 ed E. Per i terreni non edificabili il valore si calcola moltiplicando per 90 il reddito rivalutato del 25%.

tassa successione eredità

Esistono modi leciti per risparmiarsi la tassa di successione?

La risposta è sì, ma ovviamente la persona che cederà in eredità i propri beni dovrà esserne al corrente e perfettamente cosciente. Si tratta infatti di provvedimenti da prendersi preventivamente, che nel caso di decessi accidentali naturalmente non potranno essere messi in pratica.

Uno di questi modi potrebbe essere una donazione, anche se in questo caso bisognerà tenere conto della parcella del notaio, che sarà comunque meno onerosa della tassa di successione.

Un’altra via potrebbe essere quella di lasciare in eredità prodotti finanziari non tassabili, ad esempio i titoli di stato italiani ed europei o dei paesi extra UE che hanno aderito all’Accordo sullo spazio economico europeo.

In tutti gli altri casi, ereditare un immobile comporta il pagamento delle tasse di successione.
Conoscere l’importo delle tasse di successione nella gestione immobiliare familiare è molto importante anche per poter fare valutazioni a lungo termine.

Vuoi comprare o vendere casa a Novara? Se vuoi sapere subito cosa possiamo fare per te, contattaci al 0321-331737.

A presto,
Simonetta Bacchiega

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation