SIM Immobiliare: il nostro Blog

Tante case, una sola agenzia.

Case in vendita: come sapere se il prezzo è giusto?

by Simonetta Bacchiega on 9 febbraio 2018 , No comments

Mettere una casa in vendita oppure valutarne l’acquisto spinge sia i proprietari sia gli aspiranti acquirenti a porsi la stessa domanda: “Come posso sapere se il prezzo è giusto?”. Determinare il prezzo al quale mettere in vendita un immobile non è facile: si sa che dall’individuazione del giusto costo dipendono la buona riuscita e i tempi di realizzazione della vendita.

Anche per i compratori si tratta di una valutazione importante. Chi vuole comprare casa si chiede: “Starò spendendo una cifra in linea con il reale valore della casa? Potrò rientrare completamente dell’investimento se in futuro decidessi di rivendere?”.

Per determinare il giusto prezzo e capire se la compravendita sia vantaggiosa, i compratori e gli acquirenti hanno a loro disposizione una serie di criteri ai quali fare affidamento: una parte di essi è oggettiva e richiede esperienza, conoscenza del mercato locale e delle previsioni e breve, medio e lungo termine. Un’altra parte, invece, è soggettiva ed è legata in modo più netto alle proprie esigenze personali. Vediamo come coniugare questi due tipi di valutazione per capire se si sta vendendo casa o comprando casa al prezzo giusto.

I criteri oggettivi per individuare il prezzo giusto di una casa in vendita

Poniamo caso che tu voglia vendere casa. Di certo la conosci bene: è il tuo immobile, magari ci hai vissuto per anni, chi meglio di te può conoscerne il valore? In realtà, determinare il prezzo giusto non ha a che fare solo con la conoscenza dell’immobile, ma anche e soprattutto con quella del mercato: sei sicuro di conoscere il prezzo di vendita degli altri immobili con caratteristiche simili? Quali caratteristiche vanno prese in considerazione? Ok, facciamo chiarezza e procediamo con ordine.

Valutazione immobiliare

Molte persone fanno l’errore di considerare la valutazione immobiliare una inutile incombenza, convinte di conoscere già molto bene il valore della propria casa. In realtà, pochi hanno davvero una percezione oggettiva, che abbia poco a che fare con la propria emotività e molto con le caratteristiche che rendono l’immobile appetibile. Inoltre, per conoscere il valore della casa occorre metterla in relazione al mercato: bisogna, quindi, conoscere molto bene anch’esso.

Condizioni del mercato

Il prezzo giusto, per un immobile, è quello che ti permette di ottenere un corrispettivo economico equiparato al suo reale valore e di effettuare la vendita in tempi utili per te. In poche parole, è quello che ti permette di guadagnarci e di competere sul mercato con altre case di pari valore. I prezzi oscillano nel corso degli anni: nell’ultimo decennio abbiamo assistito a un crollo e a una successiva ripresa. Ignorare queste informazioni non è possibile: il prezzo giusto per una casa in vendita nel 2005, pre crisi, non era più il prezzo giusto per realizzare una vendita nel 2010.

Contesto e mercato locale

Il terzo fattore da tenere in considerazione è la zona di ubicazione dell’immobile. Non basta fare una generica divisione tra periferia e centro: ogni quartiere ha le sue quotazioni e le sue medie di mercato. Occorre quindi conoscere i valori di riferimento e saper incrociare le informazioni per determinare il prezzo considerando il valore dell’immobile in sé e quello determinato dalla sua collocazione.

Costi e spese accessorie

Sia chi vende, sia chi compra deve tenere conto di tutte le spese connesse alla compravendita. Nel primo caso servirà a stabilire un guadagno finale commisurato al valore dell’immobile, nel secondo caso servirà a capire se la cifra globale che si andrà a spendere è adeguata.

Prezzo giusto per vendere e comprare casa

I criteri soggettivi per individuare il prezzo giusto di una casa in vendita

A questi criteri oggettivi, per i quali è fondamentale affidarsi a un’agenzia immobiliare con una approfondita conoscenza del territorio e del mercato, si aggiungono poi i criteri soggettivi. Quanto si è disposti a spendere per l’immobile dei propri sogni? Quanto pesa, sul guadagno, la necessità di vendere in fretta?

Tempo

Chi ha molta fretta di comprare o di vendere casa, può considerare giusto un prezzo di vendita più basso del valore oggettivo dell’immobile, poiché gli permette di realizzare un altro investimento che altrimenti sfumerebbe o perché l’attesa comporterebbe un danno economico. Allo stesso modo, anche per il compratore il prezzo giusto potrebbe essere più alto se l’attesa dovesse significare una perdita economica o una perdita di importanti opportunità.

Interesse, necessità, disponibilità economica

Per il compratore, questi sono gli altri fattori che entrano in gioco. La disponibilità economica, giocoforza, deve essere presa in considerazione e analizzata in anticipo. Necessità e interesse per uno specifico immobile, inoltre, sono fattori che possono far alzare la propria percezione di prezzo giusto. Il valore di un immobile è dato, in parte, anche da quanto si è disposti a spendere per ottenerlo.

Necessità di guadagno, necessità di vendita

Una valutazione simile va fatta anche se si è venditore. Il prezzo giusto potrebbe essere quello che risulta da una trattativa e che è leggermente ribassato rispetto alla richiesta iniziale, se si ha una forte urgenza di vendere. Allo stesso modo, il prezzo giusto potrebbe essere non un euro al di sotto della propria richiesta, se non si ha particolare fretta e si ha necessità di avere un determinato ritorno economico dalla vendita.

Se desideri conoscere il valore reale del tuo immobile o se vuoi essere certo di comprare casa al prezzo giusto, contattaci o vieni a trovarci in agenzia, ti aiuteremo a far sì che il tuo desiderio diventi realtà. Ci trovi sul sito SIM Immobiliare oppure al numero di telefono 0321 331737.
[mailchimpsf_form]

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation