SIM Immobiliare: il nostro Blog

Tante case, una sola agenzia.

Saldo e stralcio dei debiti per evitare il pignoramento: 2 esempi

by Avv. Barbara Lentini on 27 luglio 2017 , No comments

Nei precedenti articoli ci siamo concentrati su come evitare il pignoramento per spese condominiali non pagate: una situazione nella quale, purtroppo, negli ultimi anni un numero crescente di persone si trova a far fronte.

Tra le quattro possibilità indicate per evitare il pignoramento mobiliare, immobiliare o presso terzi abbiamo segnalato anche la pratica del saldo e stralcio dei debiti: vediamo in modo più dettagliato come funziona, attraverso due esempi pratici.

Evitare il pignoramento tramite il saldo e stralcio dei debiti

La procedura di saldo e stralcio prevede che il condomino moroso risolva il proprio debito tramite il saldo di una somma inferiore rispetto al debito complessivo. Il vantaggio è per entrambe le parti: il debitore eviterà il pignoramento e potrà cancellare i propri debiti, mentre il creditore potrà recuperare una parte del credito in tempi brevi senza dover sostenere ulteriori spese legali. In questo modo, quindi, viene trovato un accordo che scongiura l’esecuzione del pignoramento.

Ciò risulta di fondamentale importanza soprattutto nell’ambito dei pignoramenti immobiliari, perché raggiungere un accordo valido con il/i creditore/i può consentire al condomino moroso di scongiurare la vendita dell’immobile, oppure di trarre da una vendita privata un risparmio economico. Vediamo due esempi per spiegare meglio queste dinamiche:

Esempio 1: tramite il saldo e stralcio dei debiti la casa non arriva all’asta

  • Caio è proprietario del 100% di un appartamento sito nel Condominio Pinco Panco;
  • Caio ha un debito nei confronti del Condominio di € 10.000,00 per spese condominiali arretrate;
  • Il Condominio pignora l’immobile di Caio che ha un valore di € 65.000,00, ed il debito con le spese legali diventa pari ad € 15.000,00;
  • Caio ha un lavoro e non ha altri debiti, e sulla casa non grava alcuna ipoteca perché ha estinto il mutuo attraverso il quale ha acquistato la casa ormai da qualche anno;
  • Caio si rivolge ad un bravo Consulente che gli consente di trovare un istituto di credito disposto a finanziarlo, nonostante il pignoramento in corso. Caio offre al Condominio Pinco Panco il pagamento di € 15.000,00 tramite l’erogazione del finanziamento;
  • Il Condominio accetta e rinuncia al pignoramento; Caio ha salvato la propria casa.Saldo e stralcio dei debiti per evitare il pignoramento

Esempio 2: la vendita privata della casa durante la procedura di pignoramento

  • Tizio acquista una casa contraendo a tal fine un mutuo di € 100.000,00, cui corrisponde l’iscrizione della relativa ipoteca sull’immobile da parte della Banca mutuante;
  • Dopo qualche anno Tizio ha accumulato un debito di 5.000,00 con il condominio per spese condominiali arretrate, per il recupero del quale viene sottoposta a pignoramento la casa;
  • Nel pignoramento interviene la Banca cui Tizio deve restituire ancora 50.000,00;
  • Il valore della casa di Tizio viene valutata dal perito del Tribunale € 80.000,00;
  • Le spese legali ammontano ad € 10.000,00, pertanto il debito complessivo di Tizio è di 65.000,00;
  • Tizio si rivolge a un’Agenzia Immobiliare che trova un acquirente per la casa disposto ad acquistarla ad € 85.000,00;
  • Tizio propone alla Banca il pagamento di € 35.000,00 (in luogo di 50.000,00) ed al condominio € 5.000,00 oltre un contributo alle spese legali di € 5.000,00. I creditori accettano, rinunciano al pignoramento immobiliare, e Tizio salda il proprio debito pagando € 45.000,00 contestualmente alla vendita della casa;
  • A fronte di un prezzo ricevuto di € 85.000,00 e del pagamento di € 45.000,00 ai creditori, Tizio ha ancora nelle proprie tasche € 40.000,00, somma con la quale potrà acquistare un’altra casa dove vivere o affrontare il costo di un affitto;
  • Non è certamente una favola… ma Tizio e la sua famiglia hanno ancora un tetto sulla testa!

Caio e Tizio hanno certamente tratto il massimo vantaggio possibile da situazioni debitorie difficili. Tuttavia, quelli che possono sembrare semplici racconti, richiedono l’intervento di professionisti preparati ed abilitati a condurre tali trattative.

Mi sento di sconsigliare caldamente il “fai da te” per evitare il pignoramento e avviare una procedura di saldo e stralcio dei debiti in situazioni simili, poiché già gravemente compromesse e, come detto, suscettibili di comportare ulteriori pregiudizi al debitore che si muova senza conoscere tecnicamente la materia.

Se desideri vendere o comprare casa, contatta SIM Immobiliare (+39 0321 331737).

Iscriviti alla Newsletter
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!

Comments

commenti

Related Posts

Take a also a look at these posts

Join the conversation